Blog Ciberie

Dobbiamo cambiare le nostre abitudini alimentari per salvare il pianeta

Il 18 giugno è la Giornata mondiale della Gastronomia sostenibile, istituita dall’ONU nel 2016. Una giornata che deve far riflettere sulla sostenibilità delle nostre abitudini alimentari. 

Si stima che all’anno circa 1/3 di cibo prodotto (1,3 miliardi di tonnellate) venga sprecato o perduto. Nella filiera produttiva fino alla vendita al dettaglio, lo spreco è del 14%.

La Fondazione Giangiacomo Feltrinelli in collaborazione con Osservatorio Cirfood1 rileva che in Italia lo spreco per singolo abitante è di 27,5 Kg, corrispondente a 62 Kg di CO2eq, 73 m2 di suolo agrario, 2,5 m3di acqua. Nei punti vendita vengono buttate 220mila t/anno di cibo, di cui ben 35% ancora commestibile.

Questi dati fanno capire come lo spreco abbia un forte peso anche sull’inquinamento e sullo spreco di risorse non rinnovabili.

“Sostenibilità” deve essere la parola d’ordine per tutti, governi, produttori, singoli cittadini. Deve aumentare la consapevolezza che ogni nostra singola azione è determinante per le sorti del pianeta.

Ciberie® ha fatto di “sostenibilità” la sua mission. I produttori della rete Ciberie sono imprenditori consapevoli, che coltivano e trasformano nel rispetto del territorio e dell’ambiente, usando metodi naturali e bio ed energia rinnovabile e “green”, utilizzando il vetro per il packaging. Con la selezione contenuta ogni mese in Box-Ci, vogliamo contribuire a una scelta sostenibile.

Scopri Box-Ci 10!