FormaggItalia: a Golosaria la 3 giorni dedicata ai formaggi italiani

formaggitalia
1024 662 Ciberie

Torna a Milano il Salone Italiano dei Formaggi Artigianali e lo fa nell’ambito di Golosaria da sabato 27 a lunedì 29 ottobre negli spazi del Mi.Co. a FieraMilanoCity.

Il tema della manifestazione di quest’anno sarà “Il Buono che fa Bene”, con la riscoperta dei superfood e delle nuove comunità di produttori e botteghe che contribuiscono a mantenere vive le città.

Tante storie a tema formaggio e tanti eccellenti produttori in rappresentanza di quasi tutte le DOP italiane, che presenteranno, raccontandone la storia, i formaggi della loro tradizione e cultura, spesso famigliare. Nel programma dei 3 giorni non mancheranno poi Degustazioni Guidate, l’Happy Cheese Hour di FormaggItalia, convegni e Street Food a base di formaggi, sia quelli conosciuti, ma anche i più rari.

Una vera kermesse all’insegna di uno dei nostri più importanti patrimoni enogastronomici. Però la presenza di FormaggItalia a Golosaria non si esaurisce qui perché salirà sul palco il tema del latte come fattore distintivo per il formaggio. Lo stesso tema sarà anche al centro del concorso “Formaggi di Classe”, basato sugli studi del professor Rubino di ANFOSC, Associazione Nazionale Formaggi Sotto Il Cielo, legati alla qualità del latte e al valore dell’alimentazione animale, che al Mi.Co vedrà confrontarsi i massimi esperti del settore.

Partner d’eccezione e DOP celebrata alla manifestazione di quest’anno sarà il Consorzio per la Tutela dei Formaggi Valtellina Casera e Bitto. Il Consorzio opera dal 1995 in provincia di Sondrio per difendere l’unicità dei formaggi DOP valtellinesi, tutelarli da qualsiasi imitazione e promuoverli sul mercato nazionale ed internazionale. Questo ed altro grazie ad una serie di scrupolosi controlli sull’intera filiera che garantiscono ai consumatori la qualità e la genuinità degli originali formaggi valtellinesi. I soci del Consorzio, che appartengono alle filiere produttive del Bitto e del Valtellina Casera, sono allevatori, produttori e stagionatori, piccole e grandi aziende zootecniche, latterie di paese e moderni caseifici. Dal 1996 Valtellina Casera e Bitto hanno conseguito la DOP: la loro produzione segue ritmi, saperi e regole ben precise dettate dai disciplinari di produzione, a garanzia dell’origine e dell’unicità di questi formaggi. L’ente certificatore a garanzia del consumatore è dal 1998 il CSQA di Thiene.

Per tutte le informazioni: formaggitalia.it